Impianto elettrico domotico: di cosa si tratta

Le funzionalità domotiche di un impianto elettrico permettono a chi vive in casa di poter gestire nel migliore dei modi i consumi e allo stesso tempo controllare i vari dispositivi e prese eletytriche anche dal proprio smartphone, senza trovarsi dentro l’abitazione.

Interessante, vero? Per questo abbiamo consultato i tecnici di elettricistatorinoeprovincia.it, molto esperti nel settore e disponibili a darci le informazioni necessarie per scrivere l’articolo.

Impianto domotico

Tutto ciò che può essere automatizzato usando varie tecnologie per rendere una casa smart viene definito impianto domotico. Una centralina di controllo si occupa della gestione degli impianti di casa anche a distanza. Si distinguono 3 principali tipi di impianto: distribuito, centralizzato e misto. Nel sistema distribuito tutti i dispositivi possono interagire con gli altri, come se stessero collaborando.

In quello centralizzato è la centralina a gestire la comunicazione con ogni singolo dispositivo. Quello misto è una combinazione tra i due e utilizza cavi dove possibile e collegamenti wireless dove conviene. La comunicazione tra dispositivi e centralina è facilitata da un bus di campo che agisce da traduttore tra le due parti.

Impianto elettrico domotico: posso ricorrere al fai da te?

Non c’è un vero e proprio guadagno con il fai da te, cioè quando si acquistano semplicemente elettrodomestici intelligenti. La realizzazione di un impianto domotico va affidata sempre ad un tecnico specializzato.

Dopo un’analisi dell’impianto si procede con la realizzazione di nuove tracce per il passaggio dei cavi e l’inserimento del bus di campo in sostituzione ai vecchi fili elettrici. Infine vanno fatti i collegamenti con la centralina. Quindi a meno che non sei un misto tra un ingegnere, un elettricista e un muratore, è fortemente sconsigliato comprare semplicemente elettrodomestici smart.

Poi ovviamente, chi si serve dell’impianto domotico risparmia sulla bolletta della corrente e può permettersi pure di essere pigro. È come avere un custode che spegne le luci quando i figli le dimenticano accese, annaffia il giardino quando sei distrutto dal lavoro o sorveglia l’abitazione quando dormi.

Costi e vantaggi apportati dalla domotica

La grandezza dell’immobile e le caratteristiche dell’impianto incidono sul prezzo e tutto deve rispettare un certo standard (ovvero la normativa cei en 50090). All’inizio i prezzi dell’impianto domotico saranno poco più alti di quelli tradizionali perché comprendono anche quelli dei vari dispositivi connessi alla rete ma è sul lungo periodo che avviene il grande guadagno.

Se stai cercando casa nuova o ristrutturando quella vecchia è consigliabile optare per un impianto elettrico domotico, senza pensarci troppo sopra, considerando anche che il valore dell’immobile aumenta se presente la domotica in casa.

Articolo in collaborazione con Elettricista Milano e Provincia [punto] it