Riduttore di pressione dell’acqua: come funziona e quando serve?

A volte in casa si deve fare i conti con impianti che non rispettano alcuni principi economici e di risparmio energetico, magari perché di vecchia concezione o perché la rete non è in grado di garantire la pressione identica in ogni punto dell’impianto.

È il caso per esempio delle strutture ricettive o di edifici molto grandi. In questo caso può essere necessario l’utilizzo di un riduttore della pressione. Questo accessorio si usa spesso anche nei miscelatori per l’acqua sanitaria per evitare incidenti con quella calda.

Vediamo di seguito come funziona e quando serve un riduttore di pressione, grazie anche al contributo di un professionista del settore, che offre un servizio idraulico a Settimo Torinese consultabile qui.

Dove si monta un riduttore della pressione

È una versione statica di un rubinetto e ne esistono differenti tipologie. Nella maggior parte dei casi si tratta di installazioni regolabili ma fisse che servono esclusivamente per ridurre una volta per tutte la pressione in una parte dell’impianti, in particolare nelle docce, dove vengono spesso installati.

La loro funzione è semplice, perché impediscono che la pressione disponibile in un determinato rubinetto sia più grande di quella desiderata. I motivi sono tanti, per esempio gli impianti dell’acqua fredda e di quella calda sono sbilanciati, ci sono persone problematiche in casa, oppure in una struttura o un albergo. Semplicemente a volte si montano per risparmiare sull’acqua calda.

Sostanzialmente è un rubinetto con maniglia manipolabile soltanto con l’apposito strumento di regolazione che limita la pressione massima disponibile in un sottoramo dell’impianto. Si può installare appena a monte della doccia oppure di un impianto di irrigazione in cortile in base alle proprie necessità. Nella maggior parte dei casi il rubinetto è simile a quelli classici, anche se il modello più diffuso non è quello a stantuffo ma a semisfera.

In pratica al suo interno c’è una coppetta di bronzo sinterizzato che può essere ruotata per impedire parzialmente il flusso dell’acqua. Alcuni modelli per impianti di grandi dimensioni, invece, hanno una manetta e si montano in un vano tecnico che serve molte utenze.

Come si installa un riduttore di pressione

Occorre fare un distinguo sulle differenti tipologie. Ci sono impianti di rubinetteria che hanno già a disposizione al loro interno il riduttore che si regola con un’apposita chiave, oppure girando una manopola, a seconda del modello, mentre per altri è necessario montarlo in una deriva, a monte della tubatura da limitare.

Il riduttore di pressione viene montato in serie al tubo, cioè viene aggiunto all’impianto che serve l’utenza sulla branca da controllare, come un comune raccordo, anche se in alcuni casi può essere necessario crearsi un po’ di spazio per montarlo.

Se ne possono anche trovare modelli attivi che tramite una termocoppia riconoscono che l’aqua calda o fredda in entrata hanno una pressione tale da rendere complicato la miscelazione e tramite un sistema dinamico di valvole la limitano, con un limite dato da una vite di ritenzione.

Esistono anche regolatori limitatori per la pressione dell’acqua elettronici che si utilizzano di solito per gli impianti di irrigazione dove non sempre è possibile esercitare direttamente un controllo manuale e non ci si può accontentare di un livello fisso, perché la quantità di acqua che deve essere erogata è dipendente dal fabbisogno delle piante.

I riduttori di pressione possono essere montati per gli impianti domestici con tubature in ferro, rame o PVC. Esistono modelli che si adattano anche dal punto di vista estetico a differenti esigenze e non sempre richiedono l’intervento di un idraulico.

L’importante è che quando si interviene su questo tipo di limitatori ci si ricordi sempre di utilizzare il teflon per l’isolamento antigoccia nelle giunture e di intraprendere il lavoro esclusivamente se si ha il giusto grado di padronanza con questo tipo di intervento.

Articolo in collaborazione con idraulicotorinoeprovincia[punto]it