Come scegliere la mountain bike: 7 consigli utili

Foto dell'autore

Come scegliere la mountain bike: 7 consigli utili

La mountain bike (sigla MTB) nasce negli anni Novanta negli USA. E oggi è molto diffusa anche da noi in quanto è una bicicletta versatile e pratica

Tanto per iniziare

Ci sono due tipi di Mountain Bike la MTB full è ammortizzata anche dietro mentre quella front ha la sospensione solo davanti.

Qualche consiglio utile per scegliere la mountain bike

Per i freni se sono quelli a disco è fondamentale controllare la dimensione del cerchio e l’effettiva frenata in quanto, probabilmente, quelli non troppo costosi non hanno molto mordente.

Per le sospensioni: quelle davanti possono essere a molla o a olio. Quelle a olio sono più performanti e devono essere verificate almeno una volta ogni dodici mesi da un meccanico mentre quelle a molla hanno bisogno di minor manutenzione.

È importante sapere che in commercio ci sono dei validi sistemi di bloccaggio per le sospensioni davanti che danno la reale possibilità di non perdere potenza in strada mentre.

Al momento non sono in vendita MTB a basso prezzo con delle sospensioni posteriori valide quindi è buona norma valutare che uso si va della Mountain Bike perché se si ha in programma di usarla in montagna è fondamentale avere le sospensioni posteriori al contrario se si calcola di andare in città non è poi così fondamentale.

Per quanto concerne il cambio ci sono diverse correnti di pensiero. Secondo alcuni se si è alle prime armi è meglio stare sulle tre corone davanti mentre per altri viene ritenuta superata tuttavia ci sono ancora delle MTB economiche che montano le tre corone nella parte davanti ossia in zona pedali.

Se, invece, si opta per una monocorona in zona pedali allora bisogna fare attenzione che la corona non sia troppo piccola e che quella posteriore (detta pacco pignoni) sia validamente messo vale a dire 10/11 cambi  con delle corono anche molto grandi.

Con la Mountain Bike si va davvero ovunque

Per poter andare in tutta tranquillità ovunque servono freni a disco e una valida dotazione per i cambi e così messa è l’ideale per andare in montagna, nei prati  e per campi.

Ma è utile anche in città perché con la MTB puoi andare su e giù dai marciapiedi, sui sanpietrini e anche sui binari.

E tutto ciò è possibile grazie alle ruote grosse che permettono di avere una pedalata ovunque tuttavia le ruote grosse rallentano indiscutibilmente la marcia quindi si andrà certamente più piano.

In ogni modo viene molto apprezzata per le sue doti di morbidezza su strada e per la grande stabilità.

Pro e contro della Mountain Bike

Cosa può portare a scegliere una mountain bike rispetto a un’altra bici? La mountain bike è indubbiamente comoda, solida e cosa non secondaria difficilmente, praticamente mai, non lascia a piedi.

È sicuramente l’ideale per andare fuori strada in montagna però non è male nemmeno per le strade di città.

Tuttavia le sue ruote tassellate e grandi fanno si che la pedalata sia meno fluida e mancano i parafanghi in autunno con l’umidità (senza parlare di quando piove) si rovinano pantaloni e giacche.

Si consiglia se si è semplicemente alla ricerca di un mezzo di trasporto sicuro con un discreto rapporto di qualità / prezzo di fare una ricerca anche nel campo dell’usato in quanto si possono trovare senza troppa difficoltà dei modelli magari non nuovissimi ma ancora belli e validi.

Alcune informazioni utili

Quanto costa una buona mountain bike?! Premesso che le mountain bike professionali possono arrivare anche fino a 6.000 euro però una MTB valida, tanto per iniziare, può essere una che costi sulle 1.000 euro.

Quanto dura mediamente una Mountain Bike? Una MTB dura mediamente tra i due e i cinque anni, ovviamente, escludendo eventuali danni da cadute e sempre se viene fatta una corretta manutenzione ordinaria.

Qual è l’orario migliore per andare in bicicletta? L’orario migliore per andare in bicicletta è la mattina però né troppo presto ne troppo tardi.

E quante volte uscire in settimana con la MTB? L’ideale sarebbe quello di fare tre uscite settimanali e facendo una media di chilometri che andranno dai 15 ai 30. Naturalmente poi dipende da quanto si è più o meno allenati a fare degli sforzi.

Che cosa mangiare prima di andare in bicicletta? Prima di andare in bicicletta l’ideale è fare un pasto ben equilibrato vale a dire consumare molto carboidrati complessi come pasta, pane, riso in quanto sono facili da digerire e contengono una validissima scorta di glicogeno (il glicogeno è una riserva energetica davvero molto importante in quanto sostiene alla perfezione il metabolismo del corpo).

Concludo affermando che è molto importante, anzi meglio fondamentale, prima di iniziare qualsiasi attività sportiva quella di sottoporsi a un controllo medico vale a dire effettuare un check up in modo da essere sicuri di essere in buona salute.

Articolo scritto da:

MONICA PALAZZI