Come apparecchiare la tavola per Natale? 8 consigli

Foto dell'autore

Come apparecchiare la tavola per Natale? 8 consigli

Tutte le info utili per far si che il pranzo e il cenone diventino davvero un momento magico. E allora come rendere davvero unico e indimenticabile questo momento di gioia e felicità da trascorrere con amici e parenti? Semplice apparecchiando la tavola di Natale nel migliore dei modi possibili!

Apparecchiare la tavola per natale

La Tovaglia

La tovaglia deve essere in fiandra o in lino e no nella maniera più assoluta alle tovagliette cosiddette americane che usiamo abitualmente per pranzare nel resto dell’anno.  E il colore deve essere neutro e tenue, quindi, beige o bianco così da essere totalmente liberi di scegliere gli accessori.

L’importante che sia bene stirata e che sia in perfetto abbinamento con il sotto tovaglia che ha lo scopo di ridurre sia il rumore delle stoviglie sia quello di non rovinare il tavolo se, ad esempio, dovesse spandersi del vino.

I bicchieri

I bicchieri devono essere in cristallo ma vanno bene anche quelli in vetro pesante dato che l’importante è che si abbinino con tutto il resto delle stoviglie. Si ricorda che il bicchiere del vino deve essere trasparente.

Le Candele

Le candele non devono essere usate se al tavolo ci sono tanti bambini per una questione di sicurezza e comunque non devono mai essere posizionate sulla tavola quelle profumate che vanno a modificare gli aromi dei cibi.

Segnaposto

Un consiglio utile se si è in più di sei persone è quello di usare dei segnaposto per indicare l’esatta collocazione dei commensali e si può usare dei rametti di agrifoglio a cui si attaccherà con un nastrino il nome dell’ospite.

Altre decorazioni sulla tavola

Per quanto riguarda eventuali altre decorazioni si consiglia di spargere sulla tavola qualche rametto secco con delle bacche rosse di rosa canina, ovviamente, senza mai esagerare dato che poi si calcoli che su li si deve mangiare. E, ovviamente, questa decorazione va evitata nel caso in cui ci siano dei bambini piccoli che potrebbero correre il rischio di ingerire le bacche pensando che sia cibo e, quindi, avvelenarsi.

Se, al contrario, si sceglie una decorazione al centro della tavola allora la cosa migliore è optare per una composizione di candele neutre ossia senza fragranza oppure con degli agrifogli oppure dei fiori a scelta.

Si tenga presente che però le decorazioni non devono mai arrivare all’altezza del commensale altrimenti andrebbero ad ostacolare la visuale e, quindi, la conversazione tra i vari invitati.

Una bella idea sarebbe quella di usare come centro tavola un bel panettone farcito che sia dolce o salato in modo che poi si possa mangiare.

Che colori vanno di moda?

I colori che si devono usare se si vuole seguire la moda e la tendenza sono il verde che va dallo smeraldo alla salvia. Ma vanno benone anche i classici blu, oro e rosso sempre in abbinamento con il bianco. E per chi volesse osare potrebbe provare anche la tonalità rosa pastello.

E adesso che la tovaglia, i bicchieri, le posate, le decorazioni sono state scelte non resta che apparecchiare, ma come fare?

Per prima cosa va detto che non bisogna dire nella maniera più assoluta prima di iniziare a mangiare la classica frase “buon appetito” in quanto il galateo non la prevede nella maniera più assoluta.

Premesso questo va detto che deve essere la padrona di casa a dare l’inizio al pranzo o alla cena e che ogni tre o quattro bocconi vanno appoggiate le forchette e, ovviamente, non vanno messe però sulla tavola.

Tovaglioli e bicchieri

Il tovagliolo va piegato a libro e va messo sulla sinistra del piatto oppure anche appoggiato sopra al piatto stesso.

I bicchieri vanno messi in alto sulla destra. Quello dell’acqua va allineato alla punta del coltello e quello del vino bianco è posto più a destra mentre quello del rosso è più interno.

Se ci fosse anche un piattino con del pane va posizionato in alto a sinistra.

Piatto e posate

Il piatto va messo a 3 centimetri dal bordo del tavolo.

Le posate vanno messe secondo l’ordine delle portate vale a dire le forchette a sinistra e i coltelli a destra con la lama verso l’interno in modo da non farsi male in maniera accidentale, i cucchiai all’esterno dei coltelli.

Per quanto concerne, infine, le forchettine e i cucchiaini da dessert vanno messi in maniera orizzontale sopra il piatto.

Due suggerimenti finali

Prima di invitare qualcuno sarebbe buona norma informarsi se i futuri commensali hanno delle allergie o intolleranze alimentare così da evitare di proporre dei piatti che per tale ragione non potrebbero essere apprezzati dai nostri ospiti.

E se si deve far sedere allo stesso tavolo due persone che proprio non si sopportano e non si può proprio evitare di invitarne una che almeno siano sedute distanti e che, magari, non siano sulla stessa traiettoria di visuale così da evitare eventuali “incidenti diplomatici” che potrebbero poi far andare di traverso il cibo a tutti quanti.

Ecco questi sono alcune semplici indicazioni di massima in modo che tale giorno di festa possa essere davvero trascorso nel migliore dei modi possibili e che, quindi, diventi proprio indimenticabile.

Articolo scritto da:

MONICA PALAZZI