7 mostre per il periodo natalizio da non perdere

Foto dell'autore

7 mostre per il periodo natalizio da non perdere

Durante le vacanze natalizie una valida alternativa al classico (e forse un po’ scontato e, magari, noioso) cinema sono sicuramente le mostre e i musei.

Posti in cui si può andare o con tutta la famiglia o con gli amici oppure con entrambi così da conoscere qualche artista, per noi, nuovo o riscoprire qualcuno che amiamo già da tempo. 

Ecco le sette mostre da visitare assolutamente nel periodo natalizio:

Bosch e l’altro Rinascimento 

Al Palazzo Reale di Milano ci sarà fino al 12 marzo la mostra di Jheronimus Bosch ovvero il cosiddetto maestro del bizzarro o meglio del grottesco in quanto nei suoi quadri c’erano mostri e figure, per l’appunto, bizzarre così come coppie nude o giovinetti oppure santi ma anche chi è tormentato da folletti oppure da streghe e tanto altro ancora. Il tutto attorniati da una natura selvaggia e allo stesso tempo aggressiva.

In altre parole un Rinascimento che non ha niente in comune con quello che siamo abituati a vedere e conoscere tuttavia questo suo modo di dipingere diventa un modello tra il Quattrocento e il Cinquecento che si espande dalle Fiandre sua terra natale all’Italia.

Il tutto è raccontato alla perfezione in un centinaio di opere che qui sono esposte. Per avere maggiori informazioni è possibile visitare il sito mostrabosch.it

La Pop Art di Warhol

Il grande Maestro della Pop Art Andy Warhol amava dire che ogni cosa si ripete a sé stessa. È stupefacente che tutti siano convinti che ogni cosa sia nuova, quando in realtà altro è se non una ripetizione.

E fino al 26 marzo sarà possibile visitare presso “La Fabbrica del Vapore” di Milano la mostra “Andy Warhol La pubblicità della Forma” dove sono esposte oltre trecento sue opere divise in sette tematiche e tredici sezioni ossia dai suoi inizi negli anni Cinquanta quando non era che un illustratore commerciale fino agli anni Ottanta vale a dire il suo ultimo decennio di attività.

Qui sono presenti carte, tele, sete e sicuramente non possono proprio mancare le latte con le sue famosissime Polaroid. Per maggiori informazioni https://www.fabbricadelvapore.org/-/andy-warhol-la-pubblicita-della-forma

Il mecenatismo Mondiale che fa crescere la bellezza

Spesso si pensa ai banchieri solo come persone avide e spregiudicate però possono anche essere dei raffinati mecenati e una dimostrazione lo sono le opere (oltre un centinaio) che sono esposte presso la Galleria Italia a Milano. La mostra dal nome “Mecenati, Collezionisti, Filantropi” fino al 26 marzo espone opere di Michelangelo, Caravaggio, Hayez, Morandi e tanti altri ancora. Per maggiori informazioni gallerieditalia.com

Il grande fotografo Nino Migliori Colorno Parma

Le sue prime immagini risalgono agli anni ’50 ed erano, com’è facile pensare, in bianco e nero. Nino Migliori, bolognese di 96 anni, è stato uno dei fotografi migliori del suo genere.

Tanto è vero che il grande artista ha fotografato diversi importanti personaggi del Novecento come Man Ray o Gian Maria Volontè ed inoltre frequentò anche la casa di Guggenheim a Venezia. La mostra in suo onore che si chiama “l’Arte di ritrarre gli artisti” si compone di 86 foto inedite e si trova alla Reggia di Colorno che è in provincia di Parma fino al 10 aprile. Per maggiori informazioni reggiadicolorno.it

Lee Miller & Man Ray due grandi fotografi protagonisti del Novecento a Venezia

Lee Miller e Man Ray si terrà al Palazzo Franchetti di Venezia una mostra su questi due grandi fotografi e sarà possibile andarci fino al 10 aprile. Ma chi era Lee Miller? Inizialmente Lee Miller è stata vista solo ed esclusivamente come una meravigliosa modella che era diventata una fotografa!

Solo in seguito si è scoperto il suo ottimo lavoro come fotoreporter sia di guerra sia nei lager ed infine si capì il suo ruolo chiave nella collaborazione con il fotografo, surrealista, Man Ray. La mostra che li celebra si chiama Lee Miller-Man Ray. Fashion, Love, War e per maggiori informazioni visitare il sito internet leemillermanray.it/mostra.

I pittori di Pompei a Bologna

Presso il Museo Civico Archeologico di Bologna si terrà fino al 19 marzo una mostra che ci porta alla nella società del I secolo dopo Cristo.

Al centro dell’esposizione si trovano gli autori che decorarono le case di Pompei ed Ercolano nella zona del Vesuvio e questo ci porta a capire il rapporto che li univa con la committenza ma anche le tecniche e i modelli di riferimento ossia quelli greci ma anche quelli locali.

Van Gogh in 50 opere a Roma

La mostra che si tiene a Palazzo Bonaparte a Roma espone 50 opere di Van Gogh che provengono dal Museo Kroller Muller di Otterio che ospita il più grande patrimonio di opere  dell’artista L’esposizione segue il filo conduttore cronologico e segue passo passo i luoghi dove Van Gogh visse.

Il pittore ebbe sicuramente un’esistenza tribolata e morì a 37 anni tuttavia inventò uno stile unico e particolarissimo che lo reso famoso a livello mondiale. La mostra in suo onore sarà visitabile fino al 26 marzo.

Direi che ve ne è di tutti i tipi e per tutti i gusti quindi, quindi, non si può dire che si corra il rischia di annoiarsi durante questi giorni di vacanza anzi, forse, è tutto il contrario ve ne sono talmente tante che bisogna organizzarsi bene per non perderne proprio nemmeno una!

Articolo scritto da:

MONICA PALAZZI